Vasilij Vasil’evic Kandinskij

 

Il colore è un mezzo

che consente di esercitare

un influsso diretto

sull’anima

 

Il colore è il tasto,

l’occhio il martelletto,

l’anima è il pianoforte

dalle molte corde

 

L’artista è la mano

che, toccando questo

o quel tasto, mette

pre ordinatamente

l’anima umana

in vibrazione

 

 

Vasilij Vasil’evic Kandinskij nacque a Mosca il 4 dicembre del 1866. Morì il 13 dicembre del 1944 a Neuilly-sur-Sein, Francia.

Vasilij Kandinskij fu un pittore russo, naturalizzato francese, anche anglicizzato come Vassily Kandinsky, precursore e fondatore della pittura astratta.

Nelle sue opere Kandinskij, espone le sue teorie sull’uso del colore, intravedendo un nesso strettissimo tra opera d’arte e dimensione spirituale.

Il colore può avere due possibili effetti sullo spettatore: un “effetto fisico”, superficiale e basato su sensazioni momentanee, ed un “effetto psichico” dovuto alla vibrazione spirituale attraverso cui il colore raggiunge l’anima.

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Nonna Pitilla ha detto:

    Amo il colore in qualsiasi forma è vita!!

    "Mi piace"

  2. @didiluce ha detto:

    Kandinskij mi rapisce🥰

    Piace a 1 persona

  3. fulvialuna1 ha detto:

    I colori sono molto collegati all’anima e alla natura. Il cosmo ne è pervaso.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...