Le emozioni profonde che abbiamo sepolto

appartengono al bambino che eravamo,

quel bambino che era innocente e libero

e che conosceva la gioia

prima che la vergogna e la colpa

frenassero i suoi impulsi

Quel bambino vive ancora dentro di noi,

perdere il contatto con lui significa

perdere il contatto con la parte

più profonda di noi

Per incontrarlo dobbiamo scendere

nell’oscurità del non conosciuto

Alexander Lowen nato a New York, Stati Uniti d’America il 23 dicembre del 1910, e morto a New Canaan, Connecticut il 28 ottobre del 2008, è stato uno psicoterapeuta e psichiatra statunitense.

L’insieme delle sue teorie e pratiche si è diffuso in tutto il mondo fin dagli anni settanta ed è molto noto anche in Italia, dove esistono diverse scuole che si rifanno alle sue teorie.

L’analisi bioenergetica, messa da lui a punto negli anni cinquanta, può essere definita un modo di comprendere la personalità in termini energetici; associa il lavoro sul corpo a quello sulla mente per aiutare le persone a risolvere i propri problemi esistenziali e relazionali e a realizzare al meglio le proprie capacità di provare piacere e gioia di vivere.