Forse non si desidera

tanto essere amati

quanto essere capiti

George Orwell, pseudonimo di Eric Arthur Blair, nato il 25 giugno del 1903 a Motihari, una suddivisione dell‘India, classificata come municipality, e morto a Londra – Regno Unito, il 21 gennaio del 1950, è stato uno scrittore, giornalista, saggista, attivista e critico letterario britannico.

George Orwell è generalmente considerato uno dei maggiori autori di prosa in lingua inglese del XX° secolo.

La sua grande fama è dovuta in particolare modo anche a due romanzi, scritti verso la fine della sua vita negli anni Quaranta: l’allegoria politica di “La fattoria degli animali” e “1984” che descrive una così vivida realtà fantapolitica e fantascientifica totalitaria da aver dato luogo alla nascita dell’aggettivo “orwelliano”, oggi ampiamente usato, per descrivere meccanismi totalitari di controllo del pensiero.

Morì all’età di 46 anni, il 21 gennaio del 1950, a causa della rottura di un’arteria polmonare.