Se il mondo riconosce il bello,

allora può scoprire il brutto

Se il mondo riconosce il bene,

allora capisce il male

Così,

l’essere e il non essere

si generano a vicenda.

Facile e difficile si completano,

lungo e corto derivano

l’uno dall’altro,

alto e basso

si formano reciprocamente.

Melodia e armonia

si accordano tra loro,

prima e dopo si susseguono.

Perciò il saggio

opera senza operare

e insegna nel silenzio

Lascia che ogni cosa

nasca e cresca,

e non se ne impossessa.

Non si sofferma sul risultato,

per questo esso non gli sfugge

🙏🏻

tratto da “Tao Te Ching” La via del Cielo – Edizione del Baldo